NAPOLI Il Napoli perde in casa contro il Besiktas la possibilità di chiudere a doppia mandata il discorso qualificazione. Buona la gara degli azzurri che collezionano una decina di calci d’angolo e sprecano un rigore con Lorenzo Insigne al secondo tempo. Primo tempo ricco di occasione per gli azzurri che però si fanno infilare sull’out di sinistra da Quaresma che da giocatore navigato si beve Coulibaly e pesca Adriano con un grosso basso e teso, sbloccando la gara. Gli azzurri continuano a spingere e Mertens il più pericoloso dei suoi trova la rete del pareggio su assist di Callejon. Il Napoli non approfitta della sferzata psicologica data dal gol, ma al contrario la difesa in serata no regala il vantaggio ai turchi: retropassaggio di Jorginho a pescare Coulibaly, Aboubakar anticipa l’avversario ed  infila un Pepe Reina tutt’altro che incolpevole. La gara però è “pazza” e spettacolare. Gabbiadini appena entrato pareggia su calcio di rigore regalato dall’arbitro per un fallo su Mertens. Il pareggio però è un’illusione e Gabbiadini in fuorigioco trova il gol del 3 a 2 prontamente annullato. Il Napoli è convinto di portare a casa il risultato ma al 86esimo arriva la rete che chiude la gara: su calcio di punizione Aboubakar trova di testa il gol della vittoria da posizione dubbia, ma indubbio è l’errore di Reina che era in vantaggio sul pallone ed i tanti errori difensivi.

LASCIA UN COMMENTO