CASERTA – La Casertana cade a Catania una gara giocata nel pantano nel vero senso della parola a causa di un Massimino ridotto ad una pozza di fango per via della pioggia che si è abbattuta sulla città sicula nelle ore precedenti alla gara. Tedesco dopo quasi un mese cambia qualcosa nell’undici iniziale togliendo Orlando per Giannone e mettendo giorno per Matute.

Cambia l’ordine degli addendi ma purtroppo non il risultato infatti i falchetti continuano a steccare non riuscendo a pungere con Giannone e Corrado ma al contrario subiscono sull’ennesimo scatto il gol di Mazzarini dovuto ad un erroraccio della premiata ditta Finizio Rainone. Duro colpo per la Casertana che scivola al tredicesimo posto al sole tre lunghezze dalla zona playout. 

LASCIA UN COMMENTO