MACERATA CAMPANIA (CASERTA) – Vietato fallire. La Real Maceratese non può permettersi passi falsi nello scontro diretto di domani, sabato 11 febbraio, alle 15 allo stadio “Progreditur” di Marcianise contro il Cimitile. In palio ci sono tre punti fondamentali per la salvezza, obiettivo stagionale che la società del presidente Andrea Guida e del vicepresidente Giuseppe Iannotta vuole conquistare prima possibile, così da scongiurare pericoli di ogni sorta. A due settimane dall’ultimo match contro l’Olimpia Casalnuovo, il team dell’allenatore Giuseppe Cicala ha approfittato del turno di riposo per ricaricare le batterie e fare quadrato attorno all’ambiente, così da sprigionare nel rush finale tutte le energie per concretizzare la permanenza in Promozione.

Il portiere Vincenzo Mormile, uno dei giocatori più carismatici del gruppo nonostante i suoi ventitré anni, carica la Real Maceratese per la sfida di domani: “Mi aspetto una risposta da parte di tutto il gruppo. Dobbiamo scendere in campo per ottenere tre punti fondamentali, in primis perché la classifica è corta e perché possono dare in là ad una scalata che servirà alla squadra per ottenere posizioni migliori. Arrivamo alla gara col Cimitile dopo il turno di riposo. Soprattutto durante la settimana scorsa, abbiamo svolto un lavoro fisico, tattico e sulla testa. Credo che in certe partite abbiamo perso fiducia in noi stessi, ora ci tocca riconquistarla da domani”.

L’ex pipelet di Reggina e Foggia, tra i pezzi pregiati della società biancoazzurra per le sue importanti qualità, spiega cosa non sta andando: “Purtroppo sono annate. L’anno scorso disputammo un grandissimo campionato, in questo periodo eravamo nella stessa posizione ed abbiamo iniziato una scalata che ci ha condotti al quinto posto. Quest’anno non siamo riusciti, per colpa nostra e per alcuni disguidi, a non essere compatti. Troppo presto molliamo la presa e subiamo tanti goal. L’anno scorso questo non accadeva, infatti la difesa era un punto di forza. Più che altro credo che sia un problema caratteriale, ma spero che da domani in poi possiamo rialzarci e risalire in classifica”.

Con il lavoro e l’impegno del preparatore dei portieri Antonio Gianchino, Vincenzo Mormile sta migliorando le proprie qualità insieme ai due colleghi Marco Esposito e Francesco Biancardo. La sua seconda annata in maglia biancoazzurra è caratterizzata dal trasferimento da Macerata Campania a Marcianise, a tal riguardo il pipelet classe ’94 afferma: “Lo stadio Progreditur ha una storia importante alle spalle ed è prestigioso per noi giocar in un palcoscenico del genere, sperando che prima possibile i tifosi possano sostenerci. Incoraggiamento per domani? La mia carica personale è dettata dal fatto che io credo nei miei compagni, in quello che stiamo facendo. Non dobbiamo destabilizzarci mentalmente, bisogna fare più punti nel più breve tempo. Serve mentalità vincente invece dell’atteggiamento statico e passivo degli ultimi tempi; solo cambiando atteggiamento raggiungeremo con tranquillità la salvezza”.

LASCIA UN COMMENTO