CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) – Un altro punto verso la salvezza per la Sigma Aversa. Nella splendida cornice dell’Eurosuole di Civitanova Marche la formazione normanna non riesce a superare i padroni di casa della GoldenPlast Potenza Picena ma porta la contesa comunque al tie-break ritornando a casa con un risultato che dà continuità in campionato e che avvicina quella quota punti necessaria per la permanenza in Serie A. Ora si deve pensare alla prossima gara: a Santo Stefano alle 18 c’è la sfida contro la Basi Grafiche Geosat Lagonegro. E non si potrà sbagliare.

PRIMO SET. Incredibile equilibrio nelle prime battute del match. Si va avanti a suon di cambi palla e nessuna delle due squadre riesce a prendere il largo. La prima formazione ad arrivare a 10 è la GoldenPlast Potenza Picena su errore in battuta di Libraro (10-9). Primo doppio vantaggio dei padroni di casa grazie all’ace di Argenta (14-12). Col muro di Giacobelli e quello successivo di Libraro la Sigma Aversa prima va avanti e poi si regala anche il +2 (15-17). Break di 3 punti dei marchigiani e Potenza Picena che ritorna avanti costringendo coach Bosco, sul 18-17, a chiamare time-out. Punto a punto. Diagonale di Santangelo e attacco out di Argenta e il gruppo del presidente Di Meo si riporta in vantaggio in un momento chiave del set (20-22). Ma la contesa torna in parità a 23 e quindi si va ai vantaggi. Il primo set è però a favore della GoldenPlast che trova il cambio 27-25 col muro di Visentin.

SECONDO SET. Al rientro in campo tutta la rabbia di capitan Libraro: break di 3 punti chiuso con un servizio vincente. Con l’ace di Biglino e la diagonale stretta di Argenta i padroni di casa riescono a rimontare e a passare addirittura in vantaggio (6-5). Ma la Sigma non demorde e lascia a 6 gli avversari piazzando 4 punti di fila (muro nel metro di Robbiati): 6-9. Ace di Putini e +4 (8-12). La GoldenPlast macina gioco portandosi fino al –1 (15-16) col vincente di Zonca. Ma non arriva il pareggio e Aversa allunga. Sul 17-20 coach Di Pinto richiama i suoi in panchina. E la mossa funziona perché la squadra marchigiana rimonta (20-21). Santangelo però ha il braccio caldissimo e passa nel muro concedendo alla Sigma 3 palle per l’1-1. Ne viene annullata una ma Libraro non ne vuole sapere di allungare il parziale e piega le mani del libero avversario Casulli per il 22-25.

TERZO SET. Parte sparata la Sigma: tre punti di Santangelo su tre attacchi e 2-5. Fallo di rotazione della GoldenPlast su servizio di Hister: +4 per Libraro e compagni (4-8). Giacobelli non a caso è uno dei migliori della Serie A a muro e con due blocks successivi porta la sua squadra sul 7-12. Il +5 resiste fino al 10-15 siglato da Santangelo con un servizio che cade nei 4 metri e sorprende la ricezione marchigiana. Potenza Picena cerca di rientrare in partita e col muro di Codarin si riportano -3 (15-18). Coach Bosco non si fida e chiama time-out. Ma la reazione non arriva e i padroni di casa trovano il pari a 18. Si va punto a punto fino al 24-23 firmato da Zonca. Set point subito sfruttato col muro di Biglino (25-23).

QUARTO SET. La Sigma nel quarto parziale conquista due punti che poi porta avanti fino al muro di Giacobelli che sigla il 6-9. Ancora un break chiuso da Santangelo che porta la contesa 6-11 a favore dei normanni. Ace di Giacobelli e la squadra del presidente Di Meo che va avanti di 6 punti (8-14). La GoldenPlast prova la rimonta (13-16) col muro di Visentin su Libraro e quindi con quello di Zonca che vale il 15-17. La prima squadra ad arrivare a 20 è quella ospite (17-20). Nuovo servizio vincente di Giacobelli e +4 Aversa (18-22). La formazione di casa accorcia ma Santangelo regala 2 palloni per il tie-break (22-24). Tocco a muro sull’attacco dell’opposto normanno (confermato anche dal video check) e sfida che si allunga (23-25).

QUINTO SET. Potenza Picena parte meglio (3-5) ma Hister con un servizio vincente che si stampa all’incrocio delle linee riporta sotto i suoi. Attacco di Libraro che colpisce l’avversario ma l’arbitro e il suo secondo non vedono nulla e regalano un punto ai marchigiani (7-4). Al cambio palla la Sigma ha 4 punti da rimontare. Aversa però non demorde e piazza un break da applausi. Parità (8-8). Bellini trova il muro e fuori e si porta +3 (12-9). Time-out chiamato da Bosco. Sull’attacco out di Santangelo si arriva 14-9. Cinque match point. Chiude Bellini: finisce 15-9.

GOLDENPLAST POTENZA PICENA – SIGMA AVERSA 3-2 (27-25; 22-25; 25-23; 23-25; 15-9)

GOLDENPLAST POTENZA PICENA: Casulli (L), Codarin 7, Colarusso 2, Bucciarelli, Cristofaletti ne, Zonca 14, Bellini 21, Visentin 4, Argenta 21, Biglino 10, Marcovecchio ne, Lazzaretto. All. Di Pinto. Secondo all. Martinelli

SIGMA AVERSA: Di Florio ne, Santangelo 32, Vacchiano (L), Putini 2, Razzetto ne, Libraro 20, Hister 9, Attanasio ne (L2), Robbiati 5, De Rosas, Valla ne, Montò, Giacobelli 9. All. Bosco Pasquale. Secondo all. Bosco Alfonso

ARBITRI: Nicola Traversa di Padova e Massimo Piubelli di Verona

LASCIA UN COMMENTO