MARCIANISE (CASERTA) – Far rifiorire il Real Marcianise. E’ questo l’obiettivo della società dell’imprenditore Giuseppe Iannotta che, in un’estate che si prevede molto calda, garantirà la trasformazione della Real Maceratese nello storico marchio marcianisano. Ed onde evitare di perdere tempo prezioso, è già partita la macchina organizzativa per una stagione di alto livello, che intende rispolverare il grande amore che i marcianisani hanno per la propria fede calcistica. Si susseguono in questi giorni incontri tra l’entourage di Iannotta e imprenditori locali, oltre agli importanti appuntamenti con l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Enrico Velardi.

In attesa di aprire lo scenario sulla prossima stagione, il direttore sportivo Salvatore De Cesare mette in archivio la stagione appena terminata: “Non do alcun giudizio per l’ultima partita, in quanto l’allenatore Giuseppe Cicala ha fatto giocare quei ragazzi che hanno collezionato poche presenze. E’ stato dato spazio ai giovani, quindi non la valutiamo proprio come gara. Ma se dovessimo farlo, c’è da dire che abbiamo ribaltato lo svantaggio, poi sull’1-2 a favore, abbiamo sbagliato un rigore che poteva chiudere il match e poi l’abbiamo perso”.

L’uomo mercato napoletano usa il bastone e la carota per i suoi ragazzi: “Mi sento di ringraziare i ragazzi per la collaborazione, lo staff tecnico e la società, con il presidente che mi permette di fare tanto per il progetto e di prendere responsabilità. Poche società possono pagato gli stipendi ai calciatori totalmente e noi siamo una di queste poche isole felici. Ringrazio per questo la società, sono fiero di uscire a testa alta, mentre quelli che devono uscire a testa bassa sono i calciatori. Siamo partiti per arrivare ad un obiettivo, poi invece la stagione ha preso una piega diversa e ci siamo salvati a due giornate dalla fine. Per i sacrifici fatti dalla società, ci aspettavamo molto di più”.

Senza fermarsi un attimo per sostenere il presidente Iannotta, Salvatore De Cesare si sofferma sulla prossima stagione: “Stiamo programmando un campionato di Promozione o di Eccellenza. Se sarà Promozione, giocheremo per vincere il campionato, se sarà Eccellenza svolgeremo un ottimo campionato, punteremo sui giovani e con uno zoccolo duro di ragazzi d’esperienza. In settimana abbiamo una nuova riunione in società. Vediamo come organizzarci, per il momento credo che libereremo i ragazzi e poi costruiremo la rosa per la prossima stagione”.

LASCIA UN COMMENTO