Mugnano
MUGNANO – Nella diciottesima giornata di campionato va in scena lo scontro diretto tra Neapolis e Rione Terra Calcio Sibilla, terza contro quarta, con i flegrei che cercano di accorciare il distacco di 5 punti sui padroni di casa. Come ogni sfida d’alta quota, si gioca al “Vallefuoco” di Mugnano una partita bloccata, nella quale si combatte su ogni pallone, ma senza troppe occasioni da rete. La svolta è quindi di tipo arbitrale: a 25′ dalla fine il signor Ruggiero mostra il secondo giallo a Scherillo, che lascia i suoi in 10 uomini. Poco dopo arriva anche il vantaggio della Neapolis con Scuotto, che mette quindi in discesa la gara, portando i suoi a quota 37 e lasciando gli ospiti a 29 punti.
CRONACA – Si capisce sin da subito che non c’è spazio per un gioco pulito e ragionato e si cerca quindi la profondità nel tentativo di trovare spazio alle spalle delle difese. Così fa il Rione Terra Sibilla ad inizio gara, con Improta che riesce ad andare via sulla destra e a mettere un pallone arretrato per Scherillo da calciare solo in porta, ma si ostacolano in due e la conclusione non arriva. Risponde la Neapolis al 12′ con una punizione scodellata in mezzo da Scuotto e il colpo di testa alto in mischia. In una frazione molto bloccata, l’unico flash resta poi quello al 26′, quando Improta lavora bene di sponda per Scherillo, ma il suo tiro dai 20 metri viene respinto da Barbaro in tuffo. Sul capovolgimento di fronte, pericolosi i padroni di casa con Catena che riceve a sinistra, si accentra sul destro, ma sbaglia il diagonale. Nel secondo tempo non cambia particolarmente il copione del match. Al 16′ Catena viene lanciato a sinistra e appoggia dietro per la battuta di Sorrentino, che è però centrale. Poi in un momento di stallo della gara, Scherillo si allunga per raggiungere il pallone che stava conducendo e tocca l’avversario: scatta il secondo giallo. Rione Terra Sibilla che deve quindi continuare in 10 uomini. Nemmeno il tempo di riorganizzarsi che al 79′ si sviluppa a destra l’azione della Neapolis e il cross basso in mezzo è preda di Scuotto che devia sul secondo palo per l’1-0. Nel finale il Rione Terra Sibilla ci prova con tutte le sue forze, con un tiro di Cirino da fuori area largo, un tentativo di deviazione sottoporta di Migliaccio contrastato al momento del tiro, e anche con l’ultima speranza Navarra, che, salito in area avversaria per l’ultimo corner, si ritrova sul piede un pallone che però spedisce alto. È l’ultima occasione prima del triplice fischio.
*NEAPOLIS*: Barbaro, Sozio, Filiù (73′ Barretta), Festa, Di Finizio, Di Gennaro, Marzano (67′ Russo), Scuotto, Varriale (61′ Lavagna), Sorrentino, Catena.
*RIONE TERRA CALCIO SIBILLA*: Navarra, Lanuto (88′ Lucignano), Iervolino, Romano, Castaldo, Cirino, Granata (78′ Mennella), Scherillo, Migliaccio, Improta (58′ Mari), Alborino (88′ Del Giudice).
*MARCATORE*: 79′ Scuotto.
*ARBITRO*: Raffaele Ruggiero (Salerno)
*ASSISTENTI*: Francesco Giuseppe Acunzo (Castellammare di Stabia) e Jacopo De Rosa (Castellammare di Stabia)
*NOTE*: Ammoniti Catena, Di Finizio e Scuotto (NEA), Cirino, Migliaccio, Iervolino, Romano (RTS). Espulso Scherillo (RTS) per doppia ammonizione. Recupero 2′ 1°T, 4′ 2°T.

LASCIA UN COMMENTO