CASOLLA (CASERTA) – Per la seconda di campionato la Real Spartaco si trova contro un avversario totalmente diverso da quello incontrato lo scorso campionato, una squadra ringiovanita e motivata che darà filo da torcere anche alle più blasonate compagnie.

La partita inizia subito a grandi ritmi ma la squadra di Mister Gravina appare più concreta sotto la porta dell’avversario.

Al 26° Giordano recupera una palla che sembrava destinata al fondo e da essa nasce uno scambio veloce che si concretizza con un assist perfetto per Avenia che come un falco insacca: 0-1

Al 36° Avenia si ripete su un azione di rimessa e a tu per tu con il portiere infila il pallone nell’angolino sinistro: 0 – 2

Il primo tempo finisce così, le squadre vanno a riposo e Mr Gravina attua i primi cambi: dentro DiTella per Scarano e Benincasa per Bosco, buono il debutto di quest’ultimo.

Il secondo tempo è la copia del primo fino al 20° quando per infortunio la Real Spartaco perde Giordano, uno dei punti di riferimento in attacco.

Lo sostituisce Francesco Mastroianni, anno 67, vecchia conoscenza del calcio che nonostante sia stato chiamato a giocare in un ruolo non suo si è fatto trovare pronto e ha sfiorato il goal in due occasioni: peccato!

Da un’azione di centrocampo accorcia le distanze il Sant’Anastasia; Ceriello viene servito sulla dx, salta Benincasa e si accentra lasciando partire un tiro dalla grande distanza che inganna il portiere: 1-2 Il Sant’Anastasia crede nell’impresa del pareggio mentre la Real Spartaco cerca di difendere con ordine i tentativi di incursione.

Ma la Dea bendata gira le spalle alla Spartaco, in una mischia s’infortuna il terzino Pinto che rimedia un colpo al costato ed è costretto ad uscire.

La partita sembra comunque destinata a finire così fino a quando l’arbitro assegna una punizione a favore del Sant’Anastasia sulla trequarti.

Le squadre si posizionano sul limite dell’area in attesa del traversone, Bove batte lungo ed ancora una volta la traiettoria inganna il portiere Mastroianni: 2-2.

Da quanto sembrava finita l’arbitro assegna 7 minuti di recupero e c’è abbastanza tempo per scaldare le mani ai supporters delle due squadre; sfiora per due volte la Real Spartaco e in una di questa non concretizza perché l’arbitro fischia un fuorigioco molto più che dubbio, ma l’occasione più ghiotta la spreca il Sant’Anastasia che in contropiede riesce a farsi ipnotizzare da portiere.

Il triplice fischio manda tutti sotto le docce, qualcuno soddisfatto, qualcuno amareggiato per l’occasione sprecata.

È stata una bella partita, peccato solo per gli infortuni.

Da premettere che la Real Spartaco inizia il campionato con solo due amichevoli all’attivo e con un organico rinnovato, pertanto prima di trovare la quadra mister Gravina dovrà lavorare parecchio.

Sembra però aver trovato subito una sua collocazione in squadra Carmine Mastroianni, autore di una splendida gara, un metronomo di altri tempi!!

Grande visione di gioco e piedi raffinati, insieme ad Avenia sicuramente i migliori in campo.

Ecco le “luci”, le ho appena nominate…in quanto all’ “ombra” speriamo che sia stato un episodio isolato…del resto Buffon ha fatto anche di peggio ?.

 

(Roberto Mattucci)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here