CASERTA – Mancano solo tre giornate alla fine della regular season ed escluso le prime e le ultime della classe c’è una lunghissima schiera di squadre che si trova nel “limbo” per decidere se finire nell’A1 e lottare definitivamente per il titolo di campione provinciale o per l’A2.

Le sintesi. Gara non facile per i marcianisani che hanno dovuto faticare non poco per avere la meglio dell’ Indipendente, ma alla fine il diverso tasso tecnico ha fatto la differenza. I locali, dopo una fase di studio tattico, hanno trovato un uno-due micidiale con uno dei tanti bomber che ha a disposizione, il giovane Strabello, che con un destro da fuori area prima e un altro all’interno dell’area piccola poi, ha portato sul due a zero l’Atletico alla fine del primo tempo. Nella ripresa i conti li ha chiusi il fuoriclasse Poziello con un destro dal limite dell’area di rigore. Il 4-3-3 dei padroni di casa, che propone un.calcio molto offensivo ha steso anche L’indipendente, che ha dimostrato di essere una buona squadra, che è riuscita a tenere botta a centrocampo, ma nulla ha potuto contro l’enorme potenziale offensivo dei marcianisani. Da evidenziare la correttezza delle due squadre in questa giornata. Sul Comunale di Macerata la capolista affronta la ben organizzata CAN Soccer ma prima di partire è doveroso un minuto di silenzio per la scomparsa di qualche giorno fa del figlio di un calciatore della squadra ospite.
È subito Sporting perchè dopo 2 o 3 occasioni in avvio il goal del 1 a 0 lo sigla il rientrante Adil che di sinistro a giro porta lo Sporting in vantaggio.In contropiede la CAN Soccer sfiora il pareggio ma dopo il pericolo scampato è Daci a portare il risultato sul 2 a 0 chiudendo così il primo tempo.Primo tempo meno brillante del solito per lo Sporting che dopo la strigliata dell’incontentabile e perfezionista Mister D’addio parte più cattiva e alza i ritmi e sfiora in diverse occasioni il goal ma soprattutto non rischia più niente dietro.Il goal arriva a 10 minuti dal termine con un azione insistita sulla destra di Cassella che crossa in mezzo per l’accorrente Daci ed è 3 a 0 e così allo scadere nell’ultima azione arriva il definitivo 4 a 0 di Cassella che appena dentro l’area su appoggio di Daci batte l’incolpevole portiere avversario.
Consolida ancora il primato a 3 giornate dalla fine della prima fase ed è lotta serrata fino alla fine tra lo Sporting e l’Atletico Marcianise.

LASCIA UN COMMENTO