GRAGNANO (NAPOLI) – Mancava solo l’ultimo passo al Gragnano per conquistare la salvezza, obiettivo obbligato per la società gialloblè dopo l’inizio di stagione zoppicante. Compiere questo passo regalando una grande vittoria a sè stessi ed ai tifosi era l’obiettivo primario dei ragazzi di Ferraro e contro la Palmese la missione è stata compiuta nel migliore dei modi. Un 4-0 che non ammette repliche, ottenuto dominando in lungo ed in largo la prima frazione e resistendo al ritorno dei calabresi nella ripresa. Di Santaniello, di Varsi con una doppietta e di Konate le firme su questa decisiva affermazione.

Mister Ferraro ritrova a disposizione Barbato mentre Martone recupera solamente per la panchina dopo il problema fisico accusato contro il Gladiator. Zeoli tra i pali, Esposito, Barbato (capitano per l’occasione), Liccardi e Panico in difesa. Franco guida il centrocampo con ai lati Tarascio e La Monica. In attacco Santaniello a sinistra, Konate al centro e Varsi a destra. Mario Dal Torrione, tecnico della Palmese, opta invece per un 3-5-2. In porta c’è Laganà, classe 1998. Difesa a tre formata da Cinquegrana, dal capitano Cassaro e da Lugliese. Sugli esterni di centrocampo agiscono Lavilla a destra e Criniti a sinistra con Lavrendi, Corso e Crucitti a formare la cerniera centrale. In avanti ci sono Dorato e Ortolini.

Il Gragnano parte subito forte e trova il vantaggio già al 2′. Konate lavora un bel pallone sulla destra, cross al centro e colpo di testa di Santaniello. Palla in buca d’angolo ed è 1-0! La Palmese prova a scuotersi. Colpo di testa di Crucitti, in piena area gialloblè, che non trova lo specchio della porta difesa da Zeoli. Al 12′ buona chance per Konate che però spara alto da ottima posizione. I padroni di casa premono sull’acceleratore. Santaniello vola via sulla sinistra, centro per Varsi che batte di prima con il mancino. Palla deviata da Cassaro che Laganà respinge in angolo. Il raddoppio è nell’aria ed arriva puntuale al 20′. Cassaro commette fallo su Konate, punizione accordata dal direttore di gara. Dai venticinque metri Varsi disegna una traiettoria insidiosa che beffa Laganà. 2-0! Al 29′ si fa vedere per la prima volta Dorato. Colpo di testa a lato. Subito dopo il centravanti viene ammonito per simulazione. Il buon momento della Palmese è solo un intermezzo all’interno del monologo gialloblè che trova la sua apoteosi al 35′. Varsi batte velocemente un corner, scambia con un compagno e poi dallo spigolo dell’area di rigore lascia partire un vero e proprio fendente che termina la sua traiettoria all’incrocio dei pali. 3-0 Gragnano! Sul finire di primo tempo ancora Varsi sugli scudi, traversone al centro per Konate che anticipa Cassaro e realizza una marcatura meritata, la quarta per i gialloblè. Il poker è servito! Dopo due minuti di recupero, tra gli applausi dei tifosi di casa, i ventidue protagonisti si dirigono negli spogliatoi per l’intervallo. Dal Torrione prova subito a mischiare le carte inserendo Misale e De Marco per Corso e Cassaro. I calabresi passano al 4-4-2 con Criniti e De Marco esterni di centrocampo. Al 7′ Palmese vicina al gol. Tiro di Lavrendi, deviazione sotto porta di Ortolini e palo pieno a salvare Zeoli. I gialloblè non stanno a guardare. Angolo di Varsi, deviazione di Santaniello di poco fuori. Al 17′ pregevole cross di Panico, Varsi si coordina di testa ma non trova il bersaglio grosso. Applausi a scena aperta per il numero 10 gragnanese quando a metà ripresa viene sostituito da Napolitano. Al 23′ pericoloso Ortolini con un destro dal limite che viene neutralizzato da Zeoli. Fioccano ancora le sostituzioni: Infante per La Monica nel Gragnano e Castellano per Crucitti nella Palmese. Al 40′ è poi la volta dell’esordio in Campionato per il portiere Marco Cellitti, classe 1999, che subentra a Zeoli. La gara si avvia definitivamente alla conclusione con l’arbitro Piacenza che, dopo due minuti di recupero anche in questo secondo tempo, decreta la fine delle ostilità. I risultati dagli altri campi emettono il tanto sospirato verdetto: è salvezza matematica per i gialloblè! I giocatori possono quindi festeggiare prima con i propri tifosi e poi negli spogliatoi insieme allo staff. Con questi tre punti il Gragnano sale a quota 44 eguagliando il primato di punti in un singolo Campionato di Serie D registrato nella passata stagione. Nelle ultime due gare, in trasferta contro l’Aversa Normanna ed in casa contro il Rende, i gialloblè avranno l’occasione di superare il record e di scrivere un’altra importante pagina di storia del calcio gragnanese.

LASCIA UN COMMENTO