NAPOLI – Dopo la roboante vittoria per 0-5 in trasferta contro il Cagliari, con reti di Callejon (29′), Mertens (42′), Hamsik (61′), Insigne su rigore (72′), Mario Rui (90′), il Napoli frena bruscamente sbattendo contro una Roma ben organizzata e cinica. Allo Stadio San Paolo i giallorossi vincono 2-4 con ripartenze letali che mettono KO la disattenta difesa azzurra. Il Napoli mette in mostra le solite ottime trame di gioco andando in vantaggio con Insigne al 6′, ma la Roma pareggia un minuto dopo con Cengiz Under, che mette la palla in rete anche grazie ad una deviazione di Mario Rui. Nel corso della gara brillano Alisson, autore di un’ottima prestazione, ed Edin Dzeko che, sugli sviluppi di un cross, mette a segno di testa lasciando Reina immobile. Nella ripresa è sempre il Napoli a fare la partita, ma è ancora Alisson a parare una doppia conclusione ravvicinata di Insigne. Al minuto 28′ Dzeko sigla la sua doppietta personale con un sinistro ad effetto da fuori area. Il Napoli non reagisce più e Perotti fa poker sfruttando una disattenzione di un pessimo Mario Rui. In pieno recupero Dries Mertens, dalla lunga distanza, segna un gol tanto bello quanto inutile. La gara si conclude sul risultato di 2-4 per i giallorossi. Brutto stop per il Napoli che rimane primo in classifica a +1 sulla Juventus (vittoriosa in trasferta contro la Lazio e con una partita in meno).

LASCIA UN COMMENTO