STOCCOLMA – ​L’Italia perde il primo di due Matchpoint validi per Russia 2018, cadendo alla Friends Arena di Stoccolma contro una Svezia che si è dimostrata tutt’altro che amichevole. Gli azzurri, arrivati col favore del pronostico ma con gli uomini contati, in particolare con i due bomber Belotti e Immobile acciaccati, subiscono il pressing asfissiante della Svezia fin dai primi minuti, cadendo nel secondo tempo con un gol di Toivonen deviato sfortunatamente da De Rossi nella propria porta, spiazzando Buffon.

La gara. Pronti via e la Svezia si rende subito pericolosa con Berg, dimostrando quali sono le sue intenzioni basate su un gioco duro rompendo fin da subito il labbro a Bonucci, l’arbitro non vede ma seda la probabile rissa fin da subito, tenendo i cartellini ben chiusi nel taschino. L’Italia è troppo chiusa nella propria metà campo ma sfiora il gol con Belotti dopo un cross dalla sinistra, leit-motiv che si ripeterà per tutta la gara anche se il gallo assieme a Ciro Immobile non riusciranno mai ad inquadrare la porta anche a causa dei pochi palloni serviti da Verratti, che continua ad essere oggetto misterioso all’interno di questa nazionale, e di Candreva. La gara nonostante i ritmi forsennati e povera di emozioni ed infatti il gol scaturisce, come in queste occasioni, da un semplice episodio di rimessa laterale Toivonen da fuori aria colpisce il pallone e una deviazione del centrocampista, nonché capitano della Roma spiazza Buffon, fino ad ora impeccabile. Nel finale la Svezia si chiude difendendo Praticamente con 9 uomini dietro la linea del pallone e l’inserimento di Insigne, forse sempre troppo ai margini di questa nazionale, non fa miracoli. Da segnalare nel finale il palo di Darmian, con un destro potente da fuori aria simile al gol che realizzò contro l’Albania.

LASCIA UN COMMENTO