AVELLINO –  Da un pareggio tra gli applausi ad uno tra i fischi. Così potremmo riassumere la settimana dell’Avellino che dopo lo stretto pareggio col Perugia, mette un altra “X” sul calendario. A differenza di una settimana fa però la prestazione della truppa di Novellino non passa inosservato per le poche idee messe in campo. Ad un primo tempo brutto e noioso, con i ritmi bassi spezzati solo dal colpo di testa di d’Angelo nel finale e Nizzetto ad inizio gara, fa da contraltare un secondo tempo altrettanto poco entusiasmante suggellato da il colpo di testa di Castaldo, messo via da Diaw che fa buona guarda nella zona di Iacobussi. Avellino che che si porta a -5 dal Frosinone, nonostante la gara in più, mentre l’Entella sale a quota 15, a sole 3 lunghezze dai Lupi.

lascia un commento