CURTI (CASERTA) – La gioventù contrasta la maturità ma si inginocchia davanti al maggior cinismo, nei momenti decisivi, di chi fa dell’esperienza il proprio piatto forte. L’Hermes Casagiove, rimaneggiata con ben cinque assenze ed in campo con sette under, capitola a dispetto del’arcigna Rinascita US Vico col punteggio di 2-6. La compagine del presidente Angelo Rispoli ci mette tanto orgoglio, reagisce con una prestazione vigorosa alle brutte debacle contro Puglianello e Comprensorio Casalnuovese, ma viene condannata dai tanti episodi su palla da ferma, che fanno la gioia del team di Luigi Sanchez. Da rimarcare la doppietta del nuovo gioiello dell’Hermes Carmine Pasquariello, attaccante classe 2001 che si è sbizzarrito in attacco, mettendo alle corde i suoi marcatori: ne sentiremo parlare. Gioia a metà poiché purtroppo i risultati non arrivano ed i casagiovesi si ritrovano all’ultimo posto in classifica. Discorso diametralmente inverso per la Rinascita US Vico che si porta al primo posto in classifica a quota 10 punti, a braccetto con l’Albanova.

PRIMO TEMPO. La striscia di tre sconfitte consecutive stimola la giovane Hermes Casagiove alla prova dell’orgoglio. Le defezioni di ben cinque pedine d’esperienza (Setaro, Vigliotti, Maione, Peluso per squalifica e Legnante per infortunio) non impoveriscono l’orgoglio dei giallorossi di Angelo Setaro che scendono in campo con sette under, di cui due atleti classe ’98, un ’99, due 2000 e due 2001. Di fronte la Rinascita US Vico, una delle compagini più attrezzate del girone che punta su una rosa esperta sotto la guida di Luigi Sanchez. La partenza dell’Hermes è a spron battuto. Capasso suona la carica con una conclusione che termina alta (2’). Reagiscono gli ospiti con Caputo che sfonda sulla sinistra, passaggio al centro per Di Pietro che calcia di prima: Balbi blocca (7’). Lo stesso portiere ex Cicciano e Nola si distende in volo per respingere la punizione di Brancaccio, prima di ripetersi sul tentativo di ribattuta di Caputo (12’). Nonostante le occasioni limpide siano prevalentemente di marca gialloblu, i giovani casagiovesi mostrano un bel calcio e danno del filo da torcere agli avversari. Provvidenziale al 19’ Iodice che, di testa, intercetta la sponda di Bracale per Di Pietro. Un minuto dopo rimbalza per terra e sale oltre la traversa l’incornata di Carlino, un vero e proprio terzo tempo, su angolo di Caputo: per la rabbia il difensore vicano dà un calcio sul palo per la chance divorata (20’). La maggiore esperienza della Rinascita US Vico è determinante nell’episodio che produce il vantaggio ospite. In un’azione innocua nella zona destra dell’area, Vertuccio spinge leggermente l’esperto Caputo che, appena toccato, si lascia cadere, accentuando il contatto. Che sia scaltrezza dell’attaccante ex Vis San Nicola od ingenuità del giovane difensore classe 2001 cambia poco: l’arbitro assegna il penalty che Brancaccio trasforma, nonostante l’intuizione di Balbi (23’). Rossa di rabbia, l’Hermes Casagiove reagisce e trova il pareggio immediatamente. Punizione dalla destra di Gallo, sponda di per Pasquariello che appoggia in rete. Grande esultanza per l’attaccante classe 2001, proveniente dalla Casertana, che firma la sua prima rete ad appena sedici anni, alla prima presenza da titolare e ad appena la seconda in maglia giallorossa. Turbinio di emozioni in pochi secondi, infatti la Rinascita US Vico si riporta in vantaggio al 28’. Carlino sfrutta i blocchi dello schema di calcio d’angolo e, tutto solo sul secondo palo, schiaccia di testa in rete, finalizzando l’angolo di Caputo. Lo stesso colosso difensivo ex Afragolese e Boys Caivanese è affamato di goal e segna la sua doppietta personale, capitalizzando la punizione di Caputo (37’). L’Hermes è in tilt ed al 42’ Di Pietro scarta due avversari e con un tocco lieve segna la rete dell’1-4, su cui si conclude il primo tempo.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con l’ingresso in campo di Nappi al posto dell’atleta di gran classe Caputo, l’ex Casertana e Vis San Nicola che viene applaudito dai propri tifosi per aver guadagnato il rigore e per aver realizzato due assist, in occasione delle reti di Carlino (49’). Neanche il tempo di entrare in campo che lo stesso attaccante lascia subito il segno. Dopo una progressione palla al piede, Di Pietro serve Nappi che controlla e conclude: la sfera bacia il palo e gonfia la rete (50’). L’Hermes non ci sta e torna al goal con l’enfant prodige Pasquariello, bravo a finalizzare il passaggio filtrante di Riccio (54’). Doppietta da applausi per il talento classe 2001 che è una delle poche note liete dei padroni di casa. Nonostante il passivo sia ampio, la giovane compagine casagiovese prova in tutti i modi a rientrare in partita. Riccio duetta con Capasso ed arriva in area: la sua conclusione è forte ma termina sul fondo (59’). In altre occasioni la retroguardia locale, diretta dagli esperti Carlino e Battaglia, nega agli attaccanti locali la possibilità di accorciare ancor di più le distanze. Balbi si oppone alle offensive della Rinascita ma all’83’ non può nulla sulla punizione magistrale dal limite di Amendola che indovina il sette (83’). La partita si conclude così col punteggio di 2-6.

 

Tabellino: HERMES CASAGIOVE-RINASCITA US VICO = 2-6 (parziali: 1-4; 1-2)

HERMES CASAGIOVE: Balbi, Cioffi, Brunzo, Piscopo, Vertuccio, Scognamiglio, Iodice (77’ Di Pinto), Gallo, Riccio, Capasso, Pasquariello. In panchina: Leone, Merola, Casale, Nuzzo, Fusco, Perna. Allenatore: Angelo Valerio

RINASCITA US VICO: Allocca, Paduano (78’ Aruta), Manniello, Bracale, Battaglia, Carlino, Lombarder (86’ Buonagura), Orefice (51’ Amendola), Di Pietro (76’ Barone), Brancaccio, Caputo (49’ Nappi). In panchina: Beneduce, Buonaiuto. Allenatore: Luigi Sanchez

RETI: 23’ Brancaccio su rig. (R), 25’ Pasquariello (H), 28’ Carlino (R), 37’ Carlino (R), 42’ Di Pietro (R) 50’ Nappi (R), 54’ Pasquariello (H), 83’ Amendola (R)

ARBITRO: Matteo Lizza della sezione di Agropoli (assistenti: Alfredo Rosa di Benevento e Costantino Recano di Nola)

NOTE: Ammoniti: Piscopo, Vertuccio, Capasso (H); Bracale, Orefice (R). Angoli: 3-3. Fuorigioco: 6-3. Recupero: 1 nel primo tempo; 0 nel secondo tempo. Spettatori: 100 circa

LASCIA UN COMMENTO