CASERTA – La seconda giornata del campionato provinciale ASI porta in dote le prime sentenze che ci permettono di capire, anche se forse è troppo presto, quale campionato sarà quello che verrà. L’Oasi Sant’Anastasia è rinato, non è la squadra vista lo scorso anno ma bensì è il team organizzato che 2 anni fa fece tremare i polsi a (quasi) tutte le concorrenti. Lo United Marcianise, campione in carica, fa capire che non è sazia del successo della scorsa stagione e vuole tenersi stretto il titolo, mentre lo Sporting Macerata, una delle candidate al titolo finale, ha messo in campo il cinismo e la pratica come armi vincenti, testimoniato anche dai 4 gol fatti e 2 subiti nelle prime 2 gare.

Le sintesi. La Real Caivano cala il tris in casa contro Phoneix. Mette la firma la squadra di casa passando subito in vantaggio con Cestari, a cui fa seguito il raddoppio con un gran tiro da lontano di Rossetti. Secondo tempo senza troppe emozioni, ma nel finale Esposito Gianluca firma il terzo gol. Partita divertente e piacevole. Seconda vittoria consecutiva per il Talamonti che cala il poker contro il Real Borbonica. Partita giocata su un campo in non perfette condizioni e sotto un sole primaverile, primo tempo con il Talamonti che fa la partita e il Real che attende, la sblocca Papa con una bella giocata dal limite. Ripresa con gli ospiti che aumentano il ritmo e vanno a bersaglio con un euro gol di Abitare e Masi, in mezzo il secondo gol di Papa a siglare il 4-0 per i casertani. La Real Spartaco pareggia in casa del Sant’Anastasia una gara lunga e rocambolesca. Partita iniziata subito a grandi ritmi, con il Sant’Anastasia che dimostra da subito di non essere la stessa squadra dello scorso campionato. Dopo 25 minuti di bel gioco, Giordano recupera una palla destinata al laterale che tutti credevano irraggiungibile, da lì sviluppa un rapido scambio sulla fascia finalizzando con un assist perfetto per Avenia che insacca. Al 36° sempre Avenia da vero cecchino concretizza una bella azione spiazzando il portiere. Un Avenia così fa ben sperare per il prosieguo, 4 goals in due partite e tutti di ottima fattura. C’è da dire che il faro della Spartaco è stato per gran parte della partita Carmine Mastroianni, un metronomo d’altri tempi, visione di gioco e piedi da fare invidia e sicuramente di categoria superiore. Il secondo tempo per la Real Spartaco è da dimenticare. Al 20°un tiro dalla grande distanza beffa il portiere e la squadra di casa accorcia le distanze. Quasi allo scadere l’arbitro assegna una punizione sulla trequarti, da lì parte un traversone che diventa un tiro velenoso ed ancora una volta il portiere si vede scavalcare dal pallone. Negli ultimi 5 minuti le squadre dimostrano di non accettare il pareggio ma il triplice fischio manda tutti sotto le docce. Bella partita con la Real Spartaco che però poteva meritare qualcosa di più. Una volenterosa ma acerba Moving Art Academy cede il passo ad una più compassata Gaetano Addio che con il minimo sforzo ottiene i tre punti in trasferta. Di sicuro c’è stato un aumento dell’intensità da parte degli uomini di casa, cosa dovuta anche all’esordio dei nuovi componenti che subito hanno dato una grossa mano alla squadra. Battuta d’arresto che però da quasi morale alla squadra del presidente D’Apice che la vede come un passo verso la realizzazione del proprio progetto sportivo. Prima sconfitta per l’Atletico Marcianise che cade con lo Sporting Macerata. Partita equilibrata tra 2 ottime compagini che hanno dimostrato un buon livello tecnico, di organizzazione e di gioco. Il primo tempo si chiude con l’Atletico in vantaggio grazie al gol messo a segno dal solito Giuliano, che sfrutta una indecisione della difesa avversaria. Nella seconda frazione di gioco l’allenatore del Marcianise effettua dei cambi che si sono rilevati infelici, consentendo agli esperti ospiti di approfittarne cambiando anche pelle e passando al 3-5-2, dimostrando una certa duttilità tattica. Lo Sporting trova la rete del pareggio su una palla persa a centrocampo, da cui nasce l’azione del rigore siglato da Losano. Lo Sporting completa la rimonta con cross di Adil e colpo di testa di Losano che sigla la sua doppietta personale. La squadra di casa non si arrende e gli ultimi 10 minuti diventano un piccolo assedio ma il carattere e il cuore della capolista tiene bene e porta a casa 3 punti pesantissimi contro un ottimo Atletico Marcianise. L’Audace San Marco vince di misura sulla San Francesco trovando il gol vittoria nel secondo tempo. La partita è stata giocata da entrambe le compagini a viso aperto per ottenere i tre punti in palio. Primo tempo equilibrato, le azioni partivano da una parte all’altra senza interruzioni. Nel secondo tempo l’Audace ha capito che per spuntarla avrebbe dovuto metterla sul piano dell’esperienza perché sulla corsa la San Francesco era più allenata. Quindi vince grazie ad una giocata individuale di Lanzante trasformata in rete da Moretta. I padroni di casa con esperienza e tanto lavoro di gruppo portano a casa i 3 punti. Tutto facile per i ragazzi di Mister Monda contro il neo Villa Hirta. La sblocca subito Antropoli con un colpo di testa su punizione di Gagliardi, al primo minuto. Segue la doppietta del forte senegalese Cisse, ormai punto forte degli Amatori Vitulazio. Il secondo tempo è ancora in discesa per il Vitulazio con Smiraglia a beffare il portiere di casa, con un pallonetto felpato. Cissè non appagato dalla doppietta nel primo tempo decide di segnare altri 4 goal, chiudendo di fatto la gara. Unico neo della giornata gli infortuni di Petruzzelli e Di Caprio. Partita senza storia a Santa Maria Capua Vetere con la Tescoma che in pochi minuti raccoglie i primi 3 punti della stagione. Pochi minuti appunto e la Tescoma è subito in vantaggio con Vasaturo. Si susseguono molte azioni dei padroni di casa che però non arrivano mai ad infilar il portiere avversario. Rubino però è il primo ad aggiustare la mira, a cui fanno seguito Pierangioli, Caputo e Monaco. Goal della bandiera per gli ospiti nel secondo tempo con Mormile che finalizza un bel contropiede. Partita molto intensa e veloce e i padroni di casa in vantaggio al primo vero affondo,lo Sporting che fino a quel momento aveva retto bene accusa il colpo e rischia la debacle perdendo lucidità e campo per fortuna finisce il primo tempo. Il Real Mandrill cade in casa dello United Marcianise che con questa vittoria conquista la vetta della classifica. Subito in gol i campioni in carica con una doppietta di Chiavarone. Secondariamente Raucci illude i suoi accorciando le distanze, ma nel finale Pontillo e Oriano chiudono la gara. Unico pari, per di più a reti inviolate, è stato quello tra Gabriella e Sparta Lex, che hanno concluso senza reti una gara bella e mascolina. Rinviata invece a martedì 25 la gara tra Shark Team, vincente alla prima contro Real Phoneix, e Cansoccer, che invece cerca il riscatto dopo la sconfitta contro la Real Spartaco.

risultati

cf_classifica

 

LASCIA UN COMMENTO