CASERTA – Prosegue la fase finale del campionato provinciale di calcio ASI, con una clasific che cambia giornata dopo giornata e vede nell’A2 il Real Mandrill confermare la leadership dopo aver battuto di misura il San Francesco Dreaming Soccer, mentre nel campionato delle grandi l’Atletico Marcianise vince di misura il derby e sale al primo posto solitario.

Le gare. La Real borbonica vince 1 a 0 grazie al gol della punta Sibillo nella prima frazione di gioco. Gara tra l’altro iniziata con un minuto di raccoglimento in oore della scomparsa della madre di u giocatore dello Shark Team, Gerardo. Partita dominata nel primo tempo e vantaggio per i borbonici che sfiorano più e più volte il raddoppio. Pecca infatti sempre la borbonica che mette sempre in evidenza le sue lacune in avanti. Secondo tempo cambia la musica e i borbonici soffrono ma gli avversari non riescono a trovare il pareggio grazie alla prova di cuore della squadra che incoraggiati sostenuti e controllati “dall’onnipresente” d’Addio portano a casa una vittoria soffertissima. Un plauso allo Shark Team che ha dato filo da torcere dal primo all’ultimo minuto senza gettare mai la spugna, su cui pesa un rigore dubbio, non fischiato, ed una rete annullata nel finale. Macerata -Talamonti 0-2.Va in scena al comunale di macerata la gara tra i locali e il Talamonti, partita che si preannuncia già delicata per il macerata fermato dal tescoma nella prima giornata, e sono i locali a cercare di imporre il ritmo alla gara, ma il Talamonti ribatte colpo solo colpo, è una gara maschia, intensa, molto combattuta ma di occasioni se ne vedono poche, il primo tempo termina sullo 0-0.Nella ripresa il Talamonti si gioca subito la carta Di Gaetano, ultimo acquisto, e Natale che sarà decisivo, Il macerata cala l’intensità e il Talamonti comincia a crederci di più, la gara si sblocca su una giocata di Di Gaetano che libera Natale in area, che fulmina il portiere con un destro sotto la traversa. Il Macerata mette dentro tutta l’artiglieria per rimettere in parità la contesa ma è Abitabile a divorarsi il raddoppio con un tiro che c’entra in pieno la traversa, stessa traversa che impedisce al Macerata di pareggiare dopo una splendida conclusione da fuori area. I locali collezionano calci d’angolo e punizioni che non danno frutti, sale in cattedra ancora Di Gaetano che con una giocata pazzesca libera ancora Natale che porta vuota concede il bis. Lo stesso Natale si divora lo 0-3 e la tripletta personale solo davanti al portiere, ma forse sarebbe stato troppo per il Macerata. Come all’andata l’Atletico porta casa uno spettacolare derby con lo United. Come da aspettativa è stata una bellissima partita giocata con grande agonismo. Pronti via e l’Atlético passa immediatamente in vantaggio con il bomber Ferrari che sfrutta una indecisione della difesa avversaria, ancora diverse occasioni da gol per i padroni di casa che però sprecano ingenuamente. Verso la fine del primo tempo l’arbitro decreta un calcio di rigore in favore degli ospiti che però sprecano per il grande intervento del portiere Parlapiano. Sulle ali della paua l’Atletico nel secondo tempo riorganizza le idee e trova la rete del rddoppio. La partita sembra chiusa ma non è così perché lo United trova il gol del 2 a 1 ma è ancora l’Atletico ad allungare le distanze con Poziello. Il match si chiude con il secondo gol degli ospiti che sancisce il risultato definitivo sul 3 a 2.

LASCIA UN COMMENTO