SAN TAMMARO (CASERTA) – Lo spettacolo prevale nel derby femminile tra Real Maceratese e Futsal Koinè. E’ successo per tutta la stagione e non poteva essere diversamente nella sfida finale della stagione 2016/2017. Al “Joshua Club” di San Tammaro, nella gara valevole per l’ottavo turno del girone 1 della seconda fase della Serie C1 di calcio a 5, le due compagini si sono date del filo da torcere ed hanno dato vita ad una partita stupenda per ritmo e per emozioni. Il risultato finale di 2-2 rispecchia l’andamento di una gara in cui le due squadre hanno giocato con la sana voglia di vincere contro le rispettive cugine, nonostante i giochi già fossero definiti per quanto riguarda la classifica (grazie alla vittoria di domenica scorsa la Real Maceratese ha protetto il secondo posto e si è qualificata per la prossima Serie C1 mentre la Futsal Koinè si deve accontentare del terzo posto e, quindi, dell’accesso in Serie C2). Ma anche nella gara di ieri, la posta in palio ha avuto un valore fondamentale, poiché nessuna delle due squadre ci teneva a perdere.

LA GRANDE BELLEZZA. La partita ha confermato quanto il calcio a 5 femminile sia diventata una realtà consolidata della provincia di Caserta, con ragazze che si divertono e si impegnano per una passione che è entrata nelle loro vene, ancor di più che gli uomini. Oltre sessanta erano gli spettatori presenti nell’impianto tammarese che, nel tardo pomeriggio della domenica, hanno potuto ammirare le gesta delle paladine di un movimento che, insieme al Futsal Gladiator, sta raggiungendo livelli molto alti tra Macerata Campania, Santa Maria Capua Vetere e San Tammaro. Una pagina molto bella che vede nella fotografia scattata a fine partita tra tutte le componenti ed i dirigenti delle due squadre la ciliegina sulla torta della “Grande Bellezza” del calcio a 5 femminile made in Caserta.

PRIMO TEMPO. Diverse assenze caratterizzano l’incontro. Tra le fila locali il capitano Alessia Villano, Francesca Villano, Ornella Salemme e Giusy Di Monaco sono indisponibili, così come tra le ospiti assenti Anna Paola Gamardella, Ilaria De Vuono e Viviana Pellegrino. La gara subito entra nel vivo con azioni da ambo le parti. Il ritmo è altissimo ed ogni ragazza dà il meglio di sé per non demeritare di fronte alle avversarie. In vantaggio si porta la Futsal Koinè con Dell’Aversana (14’), brava a trafiggere la Rauccio con un bolide, su assist della Peccerillo. La replica locale non si lascia attendere e diversi sono i tentativi di Castillo Torres, Sportella e Finestra che vengono sventate da una Maria De Vuono in giornata super. Ma al 28’ la pipelet ospite non può nulla sul diagonale chirurgico di Finestra che dribbla un’avversaria e poi sfodera un tiro che s’insacca nell’angolino, lì dove era quasi impossibile arrivare. All’intervallo è 1-1, davanti agli occhi dell’intera dirigenza maceratese, capeggiata dal vicepresidente Giuseppe Iannotta, dal direttore sportivo Salvatore De Cesare, dall’allenatore della prima squadra Giuseppe Cicala e dal segretario Francesco Marocco.

SECONDO TEMPO. Negli spogliatoi l’allenatrice Carla Di Caprio, che gode della collaborazione dei vice allenatori Francesco De Luca, Giuliano Cionti e del responsabile dirigenziale Nicola Villano, motiva le proprie ragazze a fare ancora meglio. Ma come nella prima frazione, le ragazze allenate da Michele Viglione si riportano in vantaggio con Palmiero, abile nell’infilare la Rauccio in un’azione imbastita da Stellato e Solari (36’). Da quel momento parte l’assedio biancoazzurro. Un vero e proprio tiro al bersaglio che vede la De Vuono respingere in tutte le salse i tiri della Finestra e della Castillo Torres. E dove non arriva la De Vuono, ci pensa Vastante a difendere. Le padrone di casa si sbilanciano ed anche la Rauccio, esperto portiere maceratese, compie almeno tre parate da capogiro, tenendo in vita la Real Maceratese. Negli occhi della Finestra c’è grande determinazione, con dribbling e finte lascia di stucco la platea ma la palla non vuole proprio entrare. All’ennesimo tentativo, la Real Maceratese trova il meritato 2-2 grazie ad una bellissima azione di prima, impreziosita da fraseggi bassi. D’Angelo per Castillo Torres, assist per Finestra che gira in rete (52’). Pubblico locale in visibilio mentre dalla tribuna d’eccezione Alessia Villano, Francesca Villano ed Ornella Salemme intonano: “Siam venuti fin qua per vedere la Finestra segnar”. Nel finale occasioni da ambo le parti ma le difese abbassano la saracinesca e fissano il risultato sul 2-2. Al triplice fischio baci, abbracci e foto tra le due compagini che per un attimo mettono da parte la propria rivalità: un grande spot per il calcio a 5 femminile che ha dimostrato di avere tanto da insegnare agli uomini.

LASCIA UN COMMENTO